Subscribe

Cum sociis natoque penatibus et magnis

Blog

La casa di Cosimo

Il diventare più grandi e autonomi rispetto ai genitori significa anche desiderare fortemente uno spazio proprio, che rimarchi l’individualità. I primi segnali sono durante l’infanzia e il sogno di una casa dove avventura e fantasia vadano insieme: la casa sull’albero l’abbiamo desiderata tutti, credo.

Il desiderio di Cosimo, barone rampante del noto romanzo di Calvino, di allontanarsi dal gruppo famigliare un po’ opprimente lo porta a rifugiarsi su di un albero da cui non scenderà più.

Senza arrivare a tanto, che si tratti di case con carattere favolistico, che siano supermoderne o futuriste, hanno tutte delle caratteristiche imprescindibili. Ecco le principali affinché una casa sull’albero possa essere degna di questo nome.

La casa deve essere necessariamente supportata strutturalmente da un albero, meglio se imponente e con una folta chioma. Il fatto che sia sollevata da terra ne determina quindi l’inaccessibilità se non attraverso scale improbabili, liane per i più sportivi, e la inevitabile “parola d’ordine”.

Il desiderio di fuga dallo stress lavorativo e al contempo la volontà di un ricongiungimento con la Natura ha portato di recente alla progettazione della vita sospesi da terra, in mezzo a folte chiome, soprattutto per vacanze o come punto ideale di osservazione e studio degli animali. Ecco nascere allora case eco-compatibili e resort sospesi nel verde.

Perché una volta nella vita ognuno di noi ha desiderato essere un po’ Cosimo.

 

Leave a comment